Proseguono gli incassi da record per Pokemon Go

Logo_Pokémon_GoContinua a conseguire cifre da capogiro Pokemon Go, quello che probabilmente è destinato a passare alla storia come il gioco simbolo di quest’estate 2016 e, forse, anche dell’intero anno. In grado di appassionare milioni di persone nel mondo, giovanissimi, giovani e meno giovani, l’app inizia a far registrare degli incassi sempre più rilevanti alla società che lo ha inventato e che, ora, sta iniziando a raccogliere i suoi frutti più prelibati.

Stando a quanto sostenuto dagli analisti di Sensor Tower, infatti, nei suoi soli primi 30 giorni di disponibilità mondiale il gioco sarebbe già stato in grado di totalizzare un fatturato netto di oltre 200 milioni di dollari sull’App Store di Apple e sul Google Play Store per dispositivi Android.

Insomma, se tali dati dovessero essere poi confermati dalla società, il risultato sarebbe talmente eccezionale da surclassare le precedenti prestazioni di rilievo di alcuni dei giochi più redditizi di sempre, come Candy Crush Soda Saga, uscito due anni fa, Clash Royale, uscito invece quest’anno.

Pokemon Go, così come molti videogame per smartphone, ha un funzionamento legato agli acquisti in-app. ovvero, l’app è disponibile gratuitamente ,ma è possibile acquistare strumenti virtuali per fare progressi più veloci nel gioco. A rendere decisivo il boom di ricavi è naturalmente stato il lancio nazionale in Giappone, la patria dei piccoli mostri, in grado di spingere il fatturato oltre i 200 milioni nel solo primo mese, contro i poco più di 120 milioni di Clash Royale. Molto più attardato il record di Candy Crush Soda Saga, che nei primi 30 giorni di uscita, nel 2014, ricavò solamente 25 milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *