Elettrodomestici “cari”: quali ci fanno consumare di più?

consumi elettrodomesticiGli elettrodomestici sono quegli utensili indispensabili per la gestione quotidiana della propria abitazione: parliamo della lavastoviglie, della lavatrice, ma anche di quegli oggetti “extra” che ci rendono sicuramente più confortevole e agiata la permanenza. Pensiamo, ad esempio, ai condizionatori oppure alle macchine del caffè. Ma quanto ci fanno consumare in più? E come potrebbe variare la nostra bolletta senza il loro utilizzo?

Prima di tutto facciamo un passo indietro, e per gli amanti del caffè espresso c’è una bella notizia: la macchina del caffè non è tra quelle considerate più “care” e dispendiose. Secondo una ricerca condotta dall’osservatorio SosTariffe.it, si tratta di un elettrodomestico “economico” in quanto consuma solo 0,000027 kwh/h.

Il frigorifero consuma leggermente di più, con 0,200000 kwh/h, mentre il congelatore arriva a toccare la soglia di 0,600000 kwh/h. In questo caso, però, è d’obbligo una precisazione: questo elettrodomestico consuma molta energia anche perchè ogni volta che lo apriamo il freddo prodotto esce immediatamente.

Parliamo, ora, del condizionatore: anche questo elettrodomestico è annoverato tra quelli che consumano di più, ma dobbiamo sfatare un mito. Il condizionatore non è certo quello più “caro”: consuma, infatti, solo 0,96000 kwh/h.

In realtà, ci sono altri elettrodomestici che ci fanno consumare molto di più, e sono sicuramente insospettabili: il phon per i capeli, ad esempio, consuma 1,15000 di khw/h, mentre il lettore dvd può raggiungere adirittura 1,32000 kwh/h.

Infine, parliamo degli elettrodomestici più dispendiosi, ovvero quelli che fanno alzare vorticosamente i consumi di elettricità: l’asciugatrice tocca i 2,0000 di kwh/h, mentre la lavastoviglie consuma 2,100000 di kwh/h, ottenendo quindi il meritato secondo posto.

La regine degli elettrodomestici più dispendiosi è, quindi, la lavatrice che con 2,27500 kwh/h consumate è di fatto l’oggetto che ci fa innalzare i consumi (più di tanti altri elettrodomestici).

Non resta, quindi, che fare attenzione al suo utilizzo: solo accendendo la lavatrice con parsimonia, e negli orari in cui si spende meno, possiamo risparmiare sulla nostra bolletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *