Consigli per intolleranti al glutine

prevenzione glutineChi soffre di celiachia deve adottare una dieta rigorosamente priva di glutine. Trovare un’alimentazione adeguata in questo caso, inizialmente, può non essere semplice, si deve cambiare il proprio stile alimentare e siamo abituati a mangiare frumento, quindi il cambiamento può risultare drastico. Soprattutto molti non sono ben informati e non sanno come sostituire il frumento ad altro.

In commercio vi sono però tante possibilità per variare la propria alimentazione, attraverso altri cereali e pseudocereali, senza glutine. un’ottima soluzione anche per chi ha un’intolleranza al glutine e deve eliminare per un periodo il frumento.

Di seguito, un elenco di cereali senza glutine che è possibile usare come validi sostituti:

Il riso, ad esempio, è uno dei cereali che si può utilizzare, ed uno fra i più consumati, anche se in Italia ha un posto di secondo piano rispetto al grano. Anche chi non è celiaco, potrebbe consumare il riso, particolarmente nella variante integrale, ricca di nutrienti.

Esistono tante varietà di riso, così che è possibile sperimentarne tante varianti, utilizzando la farina di riso per preparare tante ricette sia dolci sia salate.

Il mais è un altro cereale molto diffuso, soprattutto negli stati del Sud America, anche se la sua produzione è spesso OGM. Per questo motivo è preferibile consumarlo biologico.
Il mais è un cereale molto gustoso, che viene utilizzato per lo più come farina capace di dare una superficie croccante agli alimenti. Con il mais è possibile preparare la classica pietanza della polenta, ma con il mais si possono preparare anche i burger vegetali, oppure è possibile mischiarlo con altre farine per preparare deliziosi biscotti e gallette.

Il miglio è un cereale meno diffuso e poco considerato, ma in realtà si tratta di un cereale dalle ottime proprietà nutrizionali, al punto che può essere considerato un rimineralizzante naturale. In cucina ci si possono preparare crocchette, sformati, polpette, ma anche zuppe, primi piatti o impasti per ripieni.

La farina di grano saraceno è un altro cereale dal colore scuro, uno pseudo cereale che ha ottime proprietà nutrizionali, del sapore piuttosto intenso. Il grano saraceno è ricco di proteine e, proprio perché privo di glutine, anche molto leggero e facilmente digeribile.

In cucina con questo cereale ci si possono preparare insalate fredde, minestroni, zuppe, e molto altro. Con la farina di grano saraceno ci si preparano anche pane, torte, dolci, torte salate e biscotti.

La quinoa è un altro cereale ottimo sostituto del frumento. Si tratta di piccoli semini che si aprono durante la cottura in acqua bollente. Questo pseudo cereale ha un alto valore proteico, quindi si rivela un ottimo sostituto per chi non può mangiare alimenti con glutine, come anche per chi segue una dieta vegetariana o vegana. Con la quinoa si possono preparare primi e secondi piatti oppure preparare dolci e per colazione.

I semi dell’amaranto non contengono glutine quindi sono da considerare un’altra valida alternativa. Con l’amaranto si possono preparare polpettine, sformati, ripieni da arricchire con spezie, legumi o verdure.

Il sorgo è un altro cereale coltivato anche in Italia in alcune zone. E’ ricco di fibre, di proteine, vitamine e sali, ed è un prodotto molto nutriente e digeribile. Dal sorgo si ricava una farina che, mescolata ad altri cereali, può essere impiegata per la preparazione di pane, dolci polenta, dolci e altro.

Per concludere con la nostra analisi, citiamo il teff, il cereale meno diffuso e più raro da reperire rispetto agli altri. E’ un cereale ricco di nutrienti e privo di glutine, quindi valida alternativa per i celiaci.

Chi soffre di allergie o intolleranze alimentari, dovrebbe mangiare in modo più consapevole, rispettando alcuni parametri come quello degli alimenti bio, prodotti alimentari derivanti da tecniche produttive specifiche che non prevedono l’impiego di concimi, antiparassitari o pesticidi, utilizzando al loro posto fertilizzanti prodotti derivati dalla natura. Dall’olio alla carne, passando per le uova e le verdure o altro, la scelta per il biologico è sicuramente la risposta migliore alla ricerca di una alimentazione più sana e consapevole.

Acquistare olio biologico online o altri prodotti può assicurare dei vantaggi in termini economici.

Per approfondimenti sull’agricoltura biologica, è possibile consultare questa risorsa web: https://it.wikipedia.org/wiki/Agricoltura_biologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *