Sicurezza del lavoro, un tema di grande attualità

sicurezza sul lavoroIl tema della sicurezza sul lavoro viene spesso attribuita poca importanza, nonostante l’assoluta centralità che dovrebbe avere. Dagli imprenditori, in primis, che per ridurre i costi tagliano gli investimenti in sicurezza mettendo a repentaglio la saluta dei propri dipendenti, a questi ultimi, che non impongono le proprie ragioni alcune volte anche per via di una sottovalutazione della tematica.

A riportare di attualità questo argomento sono le iniziative per la Giornata Mondiale della Salute e Sicurezza sul Lavoro, prevista per il giorno venerdì 28 aprile. A Ferrara, per esempio, dalla Pass srl è stata organizzata una rassegna cinematografica ad ingresso libero, dedicata a promuovere la cultura della prevenzione e a riflettere su un argomento così delicato. L’evento, dal nome “Safe and Sound”, si svolge nell’ambito della campagna nazionale Italia Loves Sicurezza

Purtroppo però , ci sono anche le notizie di cronaca a ribadire che il tema è di attualità nel nostro Paese.

La notizia pubblicata pochi giorni fa dalla Gazzetta del Sud di un intervento da parte dei carabinieri nel ragusano per denunciare i titolari di due imprese edili colpevoli di avere disposto i propri cantieri di attrezzature elettriche non a norma e di ponteggi senza parapetti. I carabinieri, lavorando con la collaborazione dell’Ispettorato del Lavoro di Ragusa, hanno bloccato i lavori per la realizzazione di un complesso residenziale nel comune di Chiaramonte Gulfi.

Gli operai dei cantieri edili erano esposti a rischi elevati di folgorazione e precipitazione e questo per via dell’assenza di attrezzature elettriche a norma e mancanza di linee vita di ancoraggio nei parapetti, elementi che violavano la normativa in vigore relativa alla sicurezza nei luoghi di lavoro e la normativa antinfortunistica a tutela dei lavoratori.

I titolari delle imprese edili impegnate nei lavori, un 21enne ed un 25enne, sono stati denunciati e le sanzioni previste che sono state loro contestate sono pari a circa 15mila euro.

La sicurezza sul lavoro naturalmente non è un problema che riguarda soltanto il settore edile. Tutti i lavoratori sono coinvolti, anche se effettivamente i mestieri maggiormente a rischio sono quelli di tipo manuale come l’artigiano, il muratore, l’idraulico, il piastrellista e altre tipologie di operaio. Per loro, è necessario che il datore di lavoro metta a disposizione abbigliamento e calzature adeguate (vedi le scarpe antinfortunistica), che è possibile trovare anche online su siti di e-commerce dedicati a questo particolare settore, come ad esempio Modyf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *