Piscina, fuori terra è più semplice

piscinaDurante le lunghe estati italiane avere una piscina in giardino è sicuramente un lusso che molti vorrebbero poter sfruttare. In effetti questo accessorio molto pratico e divertente si sta sempre più diffondendo, anche grazie all’ampia disponibilità di piscine fuori terra.

I vantaggi delle piscine fuori terra

Rispetto alle piscine interrate quelle fuori terra hanno degli innegabili vantaggi, il primo tra i quali è il costo. Una piscina fuori terra di dimensioni medie costa poche centinaia di euro e la si può posare su qualsiasi zona del giardino livellata, volendo anche senza predisporre una piattaforma. Oltre a questo è meno costosa anche la gestione, infatti questo tipo di piscine ha filtri rimovibili, che si attivano solo nel periodo estivo e che, per i restanti mesi dell’anno si possono riporre comodamente in cantina, o in casa. Come viene consigliato anche dal sito www.ideedicasa.it è sicuramente pratico valutare l’idea di predisporre una zona in cui posizionare la piscina, preparando un ripiano con della ghiaia, che consentirà di livellare al meglio il terreno e di evitare danni al fondo della piscina.

I difetti delle piscine fuori terra

Il prezzo di una piscina fuori terra è basso, ma conviene ricordare che i prodotti a basso costo sono anche meno durevoli degli altri; alcuni materiali infatti tendono ad usurarsi e rovinarsi nel corso degli anni, tanto che dopo 3-6 anni si dovrà sostituire la piscina. Esistono però prodotti di alta qualità, ideali per resistere alle intemperie e per rimanere in giardino durante tutto l’arco dell’anno. Rispetto alle piscine interrate le piscine fuori terra mostrano però un aspetto estetico decisamente peggiore. Le classiche piscine delle grandi ville, ben inserite nel giardino e nel verde della casa, non sono sicuramente paragonabili ad una piscina fuori terra in materiale plastico, che si nota fin da lontano per il suo aspetto decisamente poco piacevole. Anche in questo caso però oggi sul mercato si trovano piscine in materiale rigido, che simula il legno, abbastanza piacevoli, soprattutto se si riesce ad inserirle nel contesto, magari avvicinando qualche elemento di mobilio da giardino e delle aiuole. Un altro elemento poco piacevole è il fatto che occorre utilizzare una scala per accedere all’acqua, cosa che penalizza le persone con scarsa mobilità e i bambini molto piccoli. Certo è che vista la spesa, a volte di dieci volte inferiore a quella per una piscina interrata, a questi inconvenienti si può anche passare sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *