Nuovi dinosauri “cornuti” scoperti negli Stati Uniti

dinosaur-1310676_960_720Sta facendo discutere la nuova scoperta che arriva dagli Stati Uniti, dove sarebbero stati individuati i resti di due nuovi dinosauri. I resti arrivano dalle formazioni rocciose dello Utah e del Montana, da dove sono emersi alcuni reperti di due grandi erbivori vissuti più di 70 milioni di anni fa: animali dalle dimensioni – ovviamente – gigantesche, contraddistinti dalla presenza di alcune corna. Continue reading “Nuovi dinosauri “cornuti” scoperti negli Stati Uniti”

Jeggins, il compromesso ideale tra comodità e appariscenza!

jeggins

I jeggings sono parte di una nuova moda che sta conoscendo un ragguardevole tasso di crescita. Ma cosa sono questi tanto chiacchierati jeggins e perchè stanno conquistando proseliti in ogni dove?

jegginsMolto semplicemente parliamo di una tipologia di indumento che si pone come l’esatta via di mezzo tra la praticità del tradizionale jeans e la comodità tipica di un leggins: da questo incontro nasce appunto il jeggins, capo che riesce ad essere tradizionale e moderno al tempo stesso, ma soprattutto che è in grado di coniugare la comodità con l’appariscenza (elemento che non va affatto dato per scontato dato che sono sempre più i casi di vestiti che o sono belli o sono comodi!).

Il jeggins è perciò un indumento che può essere sfoggiato in qualunque ambito del vivere quotidiano, dall’ambiente lavorativo fino a quello domestico passando per il tempo libero! E non solo è un capo che può essere messo su indipendentemente dai programmi previsti per la giornata, ma è anche un indumento che ben si concilia con t-shirt, camicette lunghe, maglioni oversize, scarpe da ginnastica, ballerine, sandali, stivaletti e tacchi: le possibilità di abbinare un jeggings a qualunque altro capo d’abbigliamento o a qualsiasi calzatura sono numerosissime!

Insomma, ci sono davvero molti motivi per cui valga la pena vestirsi con un jeggins. Del resto quale altra soluzione potremmo mai adottare per assicurarci un vestito comodo, carino da ammirare e super versatile negli abbinamenti e nei contesti? Tra l’altro c’è anche un altro elemento di cui occorre tener conto e che ha in qualche modo contribuito alla diffusione dei jeggins stessi: il prezzo di vendita.

Per quanto un capo di questo genere possa essere ritenuto costoso – se non altro per tutti questi suoi punti di forza – in realtà esistono validi store online tramite cui è possibile scegliersi un jeggins fatto apposta per sé con prezzi che partono anche da un minimo di 9€! E il basso prezzo di vendita non preclude in alcun modo la possibilità di poter navigare tra modelli molto diversi tra loro sia nelle fantasie che nei colori: un gran bell’affare per vestire cool senza spendere un occhio della testa, non è forse vero? Ecco perchè si è soliti affermare che il jeggins, quanto meno nel campo del vestiario, sia uno dei migliori alleati di ogni donna!

Idee per Halloween: ecco come vestirsi

halloween-costumi

halloween-costumiSapete già come vestirvi ad Halloween? In fondo, la notte delle streghe è approdata anche in Italia, e la tradizione tipica americana si è trasformata in una festa italiana a cui è impossibile dire di no. Ma cosa mettersi addosso per fare paura, senza però spendere troppi soldi?

Se amate i film non potete non prendere in considerazione i personaggi della Famiglia Addams: per le donne, Morticia e Mercoledì sono perfette. La prima utilizza un vestito nero e lungo, ed ha una folta e lunga chioma caratterizzata da un riga centrale.

Mercoledì, invece, ha una maglia larga e lunga (sempre nera) e un colletto bianco. I suoi capelli sono raccolti in due lunghe trecce laterali. Ciò che le accomuna? Ma il viso pallido ed emaciato: utilizzate, a questo proposito, tanto cerone bianco, e sfumate la matita nera sotto gli occhi. In questo modo avrete un effetto davvero spaventoso.

Per gli uomini c’è sempre una doppia possibilità: vestirsi da Gomez (baffetti da mascalzone e completo gessato), oppure da Zio Fester. In realtà, in quest’ultimo caso c’è un piccolo dettaglio non trascurabile: zio Fester era calvo. Potete pensare di indossare una cuffia color carne, oppure (se siete convinti!) potete radervi i capelli. Vi consigliamo, però, di non esagerare!

Infine, ad Halloween non possono mancare le maschere “d’ordinanza”: la mummia, il conte Dracula oppure il pipistrello. Nel primo caso potete addobbarvi con carta igienica oppure con stracci bianchi. Lasciate fuori solo una parte della testa, e cospargetela con del ketchup. L’effetto da brivido spaventerà i vostri amici!

Per il conte Dracula dovete solo procurarvi un completo con giacca e pantaloni neri, un mantello dello stesso colore e dei denti canini finti. Anche in questo caso ricordatevi il cerone bianco sulla faccia, e aggiungete un velo di rossetto rosso sulle labbra: il sangue, per Dracula,non può mai mancare!

Insomma, tante idee e tutte low cost: e voi da cosa vi vestirete per Halloween?

Moda curvy autunno/inverno 2015: consigli e suggerimenti

curvy

curvyL’autunno è alle porte, e con esso arriva il tanto temuto cambio dell’armadio. Già, le donne devono dire addio alle amate magliette a mezza maniche, ai pantaloncini corti e alle infradito. Al loro posto subentra, invece, il maglioncino, gli stivaletti e il giubbotto. Nulla di strano per chi è filiforme, e senza rotolini. Tuttavia, le donne curvy hanno ancora le solite perplessità: cosa indosso senza sfigurare?

Prima di tutto, dite addio alle taglie oversize e senza forma. Al contrario, tenete bene a mente pochi capi, ma che saranno dei must-have importanti per la stagione. A cominciare dalla gonna  scamosciata.

Già, si tratta di un capo che quest’anno farà sicuramente scalpore e furore. Per le donne curvy consigliamo, però, un modello a tubino. L’abbinamento superiore è semplice: una maglia a collo alto, e una bella collana con pendente.

C’è un altro capo di cui non potremo fare a meno: il poncho. In commercio, fortunatamente, ne esistono numerose varianti: dalla forma classica a quella in stile plaid ispirato, però, alla moda western. Ed è quest’ultimo che dobbiamo cercare: indossatelo stringendolo sulla vita con una cintura in pelle, e completate il vostro outfit con una gonna in jeans e degli stivali scamosciati.

Infine, se vi stanno aspettando a cena, scegliete un vestitino semplice, ma che evidenzi le vostre forme: un abitino con una cinturina stretta lungo il seno farà al caso vostro, mentre per le giornate casual optate sempre per un paio di jeans e una felpa con cappuccio.

L’effetto teenager è assicurato, e i vostri rotolini saranno saldamente protetti da occhi indiscreti! Insomma, bastano davvero pochi capi per sembrare fresche, alla moda e per nulla fuori posto. Forse, l’unico e il solo ingrediente principale è da ricercare in voi stesse: parliamo dell’autostima.

Le donne curvy sono sempre più apprezzate e ricercate (persino dalle grandi firme della moda). E’ ora di dire basta ai modelli oversize, e puntare solo sulla moda fresca e fashion.

Gigolò per andare a teatro o altro: la compagnia che cercavamo!

teatro

teatroRagazze e signore, di tanto in tanto, possono finire per sentirsi un po’ sole: il fidanzato non ce l’hanno o magari se ce l’hanno è uno di quei pantofolai per eccellenza, in altri casi potrebbero fare affidamento alle amiche ma è frequente che queste si defilino da eventuali inviti, allora ricorrono alle conoscenze un po’ più alla larga ma anche qui vengono sovente messe con le spalle al muro in virtù di un ennesimo nulla di fatto. Continue reading “Gigolò per andare a teatro o altro: la compagnia che cercavamo!”

Fine di un amore: ecco i segnali da cogliere al volo

Fine-di-un-amore

Fine-di-un-amoreLa fine di un amore è sempre devastante da entrambe le parti. Si tratta, in fondo, di un fallimento comune che segna inesorabilmente. Eppure, secondo molti sociologi, vi sono dei segnali ben chiari che identificano il problema: ecco quali sono, e come gestirli.

Le discussioni sono all’ordine del giorno? Ecco, questo è di sicuro un segnale che vi può far comprendere come qualcosa non stia andando nel verso giusto all’interno della coppia. La situazione si complica se, al posto delle discussioni, subentra il silenzio.

E’ importante comunicare, ma questo non significa attaccarsi ad ogni pretesto per discutere oppure (molto peggio) chiudersi in un lungo silenzio da cui nessuno vuole uscire.

Un altro segnale evidente arriva da voi stessi: evitate di cercare sempre un difetto nel vostro partner. Ognuno di noi, infatti, è fatto a proprio modo: se non lo avete cambiato nel corso del vostro matrimonio, non cambierà certo ora che siete in crisi.

Uno dei segnali a cui dobbiamo prestare sempre molta attenzione è la dipendenza da alcol oppure dal gioco d’azzardo o da internet: in questo caso voi dovrete aiutarlo ad uscire da questa situazione, mostrandogli il vostro supporto e la vostra attenzione. Se non sottovaluterete il problema, riuscirete a risolverlo facilmente. Insieme.

Attenzione anche alla dipendenza dal lavoro: ormai il coniuge rientra sempre più tardi la sera, e nemmeno vi avvisa? Provate a parlagli e a comprendere se le sue sono reali esigenze professionali, oppure semplici scuse.

Inoltre, la tristezza è tollerata all’interno di una coppia: può capitare di vivere momenti di sconforto o di paura. Il coniuge dovrà fare attenzione a captare questi segnali, e ad aiutare il partner. Attenzione, però: la tristezza non deve trasformarsi in depressione.

Infine, ricordatevi che alla base di una buona e sana relazione affettiva c’è il rispetto e la comunicazione: non attendetevi di vivere ancora giornate di passione dopo anni di convivenza o matrimonio. Tutti i rapporti si evolvono: sta a voi decidere come.

Proteggi i piedi con le scarpe adeguate: ecco i rischi più frequenti

scarpe basse

scarpe basseI tacchi alti, ormai ne siamo consapevoli, portano dolori alla schiena e ai piedi stessi. Ma pensate di essere al riparo dai problemi indossando un paio di scarpe basse? In realtà, infradito e ballerine possono provocare potenti infiammazioni: ecco, quindi, quali scarpe è bene indossare e quali, invece, evitare.

Prima di tutto, vogliamo ricordarvi quali sono i trucchi da utilizzare in caso di mal di piedi oppure infiammazioni plantari: tenete sempre a portata di mano, nel freezer, dei cubetti di ghiaccio. Applicateli nella zona dolorante: avvertirete un sollievo immediato.

Ogni giorno, poi, concedetevi 10 minuti a piedi scalzi: in questo modo, la “spugna” che abbiamo sotto il piede darà una bella spinta al sangue, e ci aiuterà ad avere una corretta circolazione.

Infine, per mantenere sani e forti i vostri piedi applicate una volta alla settimana un impacco di argilla verde reidratato con un decotto di salvia e due cucchiaini di olio d’oliva. Infine, risciacquate il tutto con un mix di succo di limone e acqua.

Passiamo, ora, alle vere note dolenti: quali sono le scarpe da evitare? Le ballerine, ad esempio, hanno il difetto di avere il tacco rasoterra. Di conseguenza, tutto il peso del corpo viene adagiato sui talloni.

Attenzione, poi, alle amate infradito. Sebbene siano comode in estate, e assolutamente fashion in alcuni luoghi, è altrettanto vero che provocano problemi non indifferenti. Prima di tutto, la fascetta che separa l’alluce dalle altre dita sfrega sulla pelle, provocando terribili vesciche e piccole ferite.

Inoltre, il piede non viene contenuto in una scarpa. Di conseguenza, si tende a tenere più rigidi sia il polpaccio che tutta la caviglia, aumentando il rischio di inciampare o di procurarsi fratture.

Anche le espadrillas nascondono problemi insospettabili: la suola al loro interno è realizzata in corda di juta o canapa. Questo ha un solo significato: la corda ha un effetto isolante, e trattiene il calore termico con conseguenze evidenti per il piede: prurito, vesciche e fastidi vari.

Insomma, anche le scarpe più insospettabili nascondono insidie molto gravi. E’ importante, quindi, scegliere con cura la propria calzatura.

Torna “50 Sfumature”: questa volta, però, la storia è raccontata da Mr Grey

50 sfumature

Chi non ha sognato Christian Grey almeno una volta? Dopo aver letto la trilogia di “50 Sfumature” qualsiasi donna ha sognato di poter assporare le stesse emozioni di Anastasia Steele. Da alcuni giorni le fans di E.L.James possono assaporare il quarto capitolo. Questa volta, però, la storia la racconta proprio lui: Mr Grey.

Christian è un imprenditore di successo: sicuro di sè, carismatico, potente e misterioso. L’uomo, infatti, ha un passato oscuto alle sue spalle, e un “vizio” che nasconde a tutti. Tranne che alle sue amanti.

Anastia Steele, invece, è una giovane studentessa pronta a laurearsi: la ragazza, per fare un piacere alla sua coinquilina, la sostituisce per un’intervista. L’incontro tra Mr Grey e Anastasia Steele sarà sorprendente. Per entrambi.

Abbiamo letto la loro storia attraverso le parole di Anastasia: le sue emozioni, i suoi dubbi, i suoi pensieri e i suoi sentimenti ci hanno accompagnato per tre libri. Questa volta, E.L.James ha scelto lui, Mr Grey, come narratore.

Nell’ultimo capitolo, quindi, scopriremo le emozioni e le sensazioni provate da Christian dopo quell’incontro casuale.

Il grande successo di “50 Sumature” è stato replicato anche al cinema: lo scorso 14 febbraio, infatti, è uscita la pellicola ufficiale. I protagonisti sono stati Dakota Johnson (nei panni di Anastasia) e Jamie Dornan (ovvero il bellissimo Christian Grey).

Sebbene la loro candidatura sia stata accolta in modo freddo da parte dei fans, il successo del film è stato innegabile. Questo quarto capitolo bisserà il successo dei precedenti lavori? In realtà, pensiamo proprio di sì.

La trilogia dedicata alle “50 Sfumature” è stata definita come il caso editoriale più importante degli ultimi anni. Un successo simile, ed inaspettato, che ha colpito tutto il mondo.

In attesa di scoprire se l’ultimo libro di E.L.James scalerà le classifiche possiamo anticiparvi che il secondo capitolo cinematografico è già in lavorazione. La sete da “50 Sfumature” sembra destinata a non arrestarsi mai!

Nodo Eldredge per cravatta

nodo cravattaCome per il nodo Pratt anche il nodo Eldredge prende il nome dal suo creatore. Quest’uomo però non era un personaggio dello spettacolo oppure un notabile importante come era Churchill. Quindi la cosa che si sa con certezza è che quest’individuo ebbe una grande notorietà da una tecnica per fare il nodo alla cravatta. Non si conosce molto della storia di questo particolare nodo. Non si sa se il suo creatore stesse cercando di inventare un nuovo tipo di nodo di cravatta oppure è nato come un errore. Continue reading “Nodo Eldredge per cravatta”