La scelta dei colori per le pareti della casa

Spesso non ci si pensa, ma il colore delle pareti di casa permette di aggiungere un tocco piacevole ad ogni ambiente, anche senza modificare alcun altro elemento dell’abitazione. Il semplice imbiancamento delle pareti permette di migliorare l’igiene all’interno delle stanze, e anche di decorarle in modo rapido e piacevole. Il segreto sta nello scegliere i colori giusti per ogni stanza, seguendo ovviamente anche i gusti personali.

Imbiancare il soggiorno

Imbiancare una stanza molto ampia spesso non è una delle cose più semplici da fare, soprattutto se si utilizza un singolo colore. Molte persone tendono a preferire il bianco candido per ogni ambiente della casa, ma tale colore può non essere indicato in soggiorno: una stanza ampia e tra le più utilizzate della casa. Prima di tutto il bianco tende rapidamente a sporcarsi: basta una mano sporca appoggiata al muro o la polvere quotidiana a rendere meno candido il bianco, anche se steso da poco. Inoltre il bianco non valorizza tutte le pareti dell’ambiente. Se il soggiorno è molto ampio è possibile scegliere anche colori sgargianti, o molto intensi. Negli ultimi anni si è molto diffusa l’abitudine di colorare una singola parete in modo diverso dalle altre; in soggiorno si possono scegliere anche toni originali, come ad esempio il bronzo, o il marrone, sempre mantenendo l’abbinamento con i mobili della stanza.

Bagni e cucine

In bagno e in cucina il bianco può essere una scelta azzeccata, conviene però utilizzare tinte idrorepellenti e antimuffa, che tenderanno a rovinarsi meno con il passare del tempo. In cucina si può anche osare con qualche colore, preferendo quelli più allegri e vivaci, come il giallo, l’arancio, il rosa. Del resto la cucina è uno degli ambienti più vissuti della casa, è importante che la sosta in questa stanza permetta di aumentare il buonumore.

Le camere da letto

È ormai risaputo che i colori sono in grado di modificare l’umore di chi soggiorna in una stanza. Per quanto riguarda le camere da letto conviene scegliere colori che stimolino il sonno e la tranquillità. Soggiornare a lungo in una stanza di colore rosso acceso, o dipinta con toni molto accesi, può aumentare il nervosismo e favorire l’insonnia. Nelle camere da letto conviene scegliere colori pacati, che stimolino il riposo, come ad esempio il verde chiaro o l’azzurro. Del resto anche le stanze di scuole e ospedali sono spesso dipinte con questi colori, proprio per le loro proprietà intrinseche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *