Il bagno: come personalizzarlo con la ceramica

ceramica bagnoQuando si deve personalizzare una stanza da bagno, scegliendo materiali adatti per ricoprire i muri ed il pavimento, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

La ceramica da bagno sul mercato è presente in moltissime varianti molto interessanti, che danno tanti spunti fra colori, forme e decorazioni. Quando si sceglie la ceramica per il bagno bisogna optare per materiali molto resistenti, che possano durare negli anni (e quindi di alta qualità) ma anche facili da pulire, perché l’igiene quotidiana del bagno sia semplificata.

Proprio per questo motivo, in genere, si tende a non utilizzare materiali come il cotto ed il marmo, che devono essere puliti con prodotti molto specifici e che tendono a macchiarsi molto facilmente e velocemente.

Vediamo qualche consiglio per scegliere la ceramica per il bagno che fa per sé. Innanzitutto, quando si sceglie la ceramica per il bagno, bisogna orientarsi fra una vastissima scelta di piastrelle di ogni tipo, forma, colore e pattern.

Le piastrelle di ceramica fatte a mosaico sono un’ottima soluzione per rendere la vostra stanza da bagno un posto molto elegante. Non solo: le piastrelle in ceramica da bagno con pattern a mosaico costano molto meno che non fare un mosaico vero e proprio. Sono l’ideale per chi voglia arredare anche un piccolo spazio del bagno (doccia, zona specchio ecc.) con una trama particolare ed esteticamente gradevole.

Le piastrelle in ceramica da bagno sono presenti in diverse dimensioni. Per creare un effetto semplice ma moderno allo stesso tempo, e non ripetitivo, potete usare piastrelle di ceramica dello stesso colore ma di dimensioni diverse (rettangoli per la parete, quadrati per il pavimento, e così via). L’effetto che otterrete è molto piacevole esteticamente.

Quando scegliete la ceramica da bagno dovete fare attenti alla scala di durezza che è indicata nelle piastrella. La scala, che vale per tutta l’Unione Europea, presenta valori da 1 a 5, dove 1 è poco resistente, e 5 molto resistente. La resistenza invece a sporco e macchie segue una scala da 1 a 3 (3 è un materiale che si macchia abbastanza facilmente), la resistenza al peso segue una scala da 20 a 50 (50 è molto resistente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *